IL CORPO VIVO, seminario teatrale. Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre

“Bisogna ammettere nell’attore l’esistenza di una sorta di muscolatura affettiva corrispondente alla localizzazione fisica dei sentimenti” A.Artaud

Il seminario – agendo sui cardini di respirazione, rilassamento, scomposizione fisica, riscaldamento emotivo – affronterà un lavoro rivolto al corpo come strumento espressivo completo e primo luogo di creazione artistica: si esploreranno il proprio potenziale corporeo e creativo, la consapevolezza del proprio agire nello spazio, le proprie insite abilità espressive e comunicative e la possibilità di modificare e lasciarsi modificare dalla relazione con gli altri.

Quanto è forte il significato di un gesto davvero organico? Quanto è potente la nostra comunicazione corporea? Se invece che solo parole usassimo anche mani, occhi, corpi vivi, quanto più vero e preciso sarebbe il nostro messaggio? Se riuscissimo a sentire davvero quello che il testo ci chiede di dire e se, con la stessa intensità, riuscissimo a comunicarlo a chi ci sta di fronte, quanto più reale e significativa diverrebbe per noi questa esperienza?

Aperto anche a chi non ha precedenti esperienze teatrali il seminario è però a numero chiuso ed è quindi obbligatoria la prenotazione.

Sabato 30 Settembre dalle ore 14.00 alle ore 18.00 Domenica 1 Ottobre dalle ore 10.30 alle ore 18 (con pausa pranzo)

Per informazioni e prenotazioni: info@kabukista.it

CALENDARIO CORSI TEATRO 

 

MODULO 1 : IL RESPIRO 

Da           : lunedì 12 ottobre 

Dove      : Meet on-line

Quando: ogni lunedì

Orario   : 20.45-22.15

---------------------------------------

IL MESTIERE DELL’ATTORE

------------------------------------

LABORATORIO DI PERFEZIONAMENTO

-----------------------------------

UNDER 22 LAB 

-----------------------------------

  FOLLOW KABUKISTA: 
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • Flickr - Black Circle
  • Vimeo - Black Circle
  MAILING LIST  
 SEARCH BY TAGS: 

© 2019 by Kabukista and The Speakers from Mars